seguici su  
News ed Eventi / Lego: non solo un gioco per bambini
Lego: non solo un gioco per bambini
Hai sempre pensato che i Lego®, nati in Danimarca nel 1949, siano solo ed esclusivamente un gioco per bambini, e il tuo unico interfacciarsi con loro è il calpestarli per sbaglio a piedi scalzi? Niente di più sbagliato, infatti questi storici mattoncini possono risultare utili anche a lavoro per migliorare alcuni processi professionali.
 
A partire dagli anni 90, nasce il Lego® Serious Play®, un metodo per creare strategie in tempo reale per individui, team e organizzazioni.
 
Questo metodo utilizza i mattoncini e gli elementi Lego® per aiutare le persone a “pensare attraverso le dita” — scatenando intuizione, ispirazione e fantasia.
Il concetto fondamentale è la creazione di metafore visive 3D finalizzate a rappresentare le principali questioni su cui si vuole ragionare e i possibili modi per risolverle.
Si parte da una storia, la si costruisce e la si sviluppa venendo aiutati da un facilitatore.
 
Perché la scelta ricade proprio su i mattoncini Lego®? Semplice, perché possono essere impiegati da subito (bastano pochi minuti perché tutti i partecipanti sappiano usarli, è la fase iniziale di tutti i workshop) ed è uno strumento senza memoria (una volta smontato un modello , i singoli mattoncini utilizzati risultano indistinguibili dagli altri.) Il metodo Lego® Serious Play® , inoltre , cementifica il team di lavoro: il linguaggio comune dei mattoncini tratta tutti come uguali e consente che le opinioni di tutti siano ascoltate in una situazione priva di stress.
 
Per saperne di più, consigliamo il documentario “Lego a brickumentary” su Amazon Prime.
 
Restate collegati con i canali del SECI Campus per novità future sul mondo dei mattoncini Lego®.
 
 
Alcuni concetti di questo articolo sono stati presi dal sito: https://andrearomoli.medium.com/